In questo sito potrebbero essere utilizzati cookie di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di questi cookie. CHIUDI - LEGGI DI PIÙ
SEGUICI SU Panathlon FaceBook Panathlon YouTube Panathlon Twitter   LINGUA Versione italiana English version Version française
   
CERCA:
 

PANATHLON CLUB PADOVA:

OrganigrammaSociStoriaRiunioniAttivitàLinkHome

QUESTO CLUB FA PARTE DEL
DISTRETTO: Distretto Italia
Area: 01 VENETO - TRENTINO ALTO ADIGE/SǗDTIROL


Sito del Club:

-


 
PANATHLON CLUB PADOVA
Club n. 025 (I) - Area 01 VENETO - TRENTINO ALTO ADIGE/SǗDTIROL
Fondazione: 23/02/1956

CLUB NEWS


"SCUOLA E SPORT" E "FAIR PLAY" (CONSEGNA DEI PREMI)

Chiamati a raccolta alla Piroga tutti i protagonisti della 58^ edizione


«SCUOLA E SPORT» E «FAIR PLAY»,


I PREMI DEL PANATHLON PADOVA


Consegnati i riconoscimenti ai migliori studenti-atleti e agli autori dei gesti sportivi più belli: ospite d’onore il maratoneta azzurro Ruggero Pertile


 


(Padova 27.11.15) «E’ l’incontro più importante dell’anno, tra quelli organizzati dal Panathlon, perché unisce sport e cultura in un unico abbraccio». Con queste parole il professor Renato Del Torchio, presidente del Panathlon Club di Padova, ha aperto la serata dedicata alla 58^ edizione dei premi “Scuola e sport” e “Fair Play” al Centro congressi dell’Hotel Piroga di Selvazzano. Sul palco gli studenti della provincia che hanno saputo distinguersi allo stesso tempo tra i banchi di scuola e nel conseguimento dei risultati agonistici, e i protagonisti dei gesti sportivi più belli visti nel corso dell’ultima stagione. Ma, assieme a loro, anche il maratoneta azzurro Ruggero Pertile, miglior azzurro ai Mondiali di atletica leggera di Pechino 2015 e vincitore della medaglia d’oro ai Giochi del Mediterraneo 2013, chiamato a ricevere il “Premio Fair Play 2015 alla carriera”. «Siate sempre determinati in tutto quello che fate, e vedrete che la vita saprà ripagarvi» ha detto ai ragazzi il campione di Assindustria Sport. Con lui Marco Canella, che ha ritirato il “Premio Fair Play 2015 alla promozione dello sport” per suo padre Francesco, Fondatore e Patron di Alì S.p.A., azienda padovana leader nel settore della grande distribuzione, che ha ricevuto il riconoscimento “per l’attenzione e sostegno allo sport nelle più varie forme e partecipazioni”, a partire dalla Maratona di Padova.


 


E allora, ecco i ragazzi festeggiati, introdotti dal socio panathleta Mauro Gazzero. Premio “Scuola e Sport”, riservato agli studenti degli Istituti Superiori, bravi studenti e promesse dello sport.


 


Categoria Allievi: Beatrice Cagnin (Liceo Scientifico Paritario“Rogazionisti”- Padova; media scolastica: 9; disciplina sportiva: scherma; società di appartenenza: Lame Trevigiane - Treviso); Anna Laura Gastaldi (Ist. Istruz. Superiore “Marchesi-Fusinato”- Padova; 9.50; nuoto; Aspea Padova Onlus).


Categoria Juniores: Giulia Bazzan (Educandato St. S. Benedetto - Liceo Economico Sociale - Montagnana; 8.50; karate; A.S.D. Musashi AGKAI - Montagnana); Luca Beccaro (Liceo Scientifico Statale “A. Cornaro” - Padova; 8.27; canoa kayak; Canottieri Padova); Giulia D’Agostini (Liceo Scientifico Statale “ I. Nievo” - Padova; 8.36; canoa canadese; Padova Canoa A.S.D.); Luisa Sinigaglia (Istituto di Istruzione Superiore“G.B. Ferrari” - Este;7.67; atletica leggera; G.S.D. Valsugana Trentino - Pergine Valsugana); Davide Zanella (Liceo Artistico Statale “A. Modigliani” - Padova; 7.85; volteggio a cavallo; A.S.D. Il cavallo è vita - Vigonza).


 


Come anticipato, all’interno della serata si è svolta poi la consegna dei premi “Fair Play 2015”, nati per dare un riconoscimento ai gesti più belli dell’annata e assegnati dal responsabile della commissione Domenico Sassano.


 


Il “Premio Fair Play al Gesto” è andato alla Società Sportiva “Unionvoltaroncaglia di calcio.“I giocatori della 1^ squadra”,si legge nella motivazione, “accompagnati dall’allenatore Socrate Buso e con in testa il difensore Michele Schiavolin, promotore del gesto, alla vigilia di un importante e decisivo appuntamento sportivo (si giocavano la permanenza in 2^  categoria)  si sono recati in Ospedale a fare prelievi di sangue, per essere inseriti successivamente nell’elenco dei donatori di midollo osseo, in collaborazione con i volontari dell’Admo, con cui hanno instaurato una meritoria collaborazione tanto da estendere l’iniziativa anche ai calciatori maggiorenni delle giovanili”.


 


Il “Premio Fair Play alla Promozione” è andato alla Vigontina Calcio, in particolare per un episodio che ha visto come protagonista l’attaccante Gabriele Comin, “il quale, in un incontro di calcio in casa del Real Martellago (campionato regionale d’Eccellenza) cade in area: l’arbitro dà il rigore, ma lui dice di no, convincendo il direttore di gara ad annullare il penalty”.


 


Ma il“Premio Fair Play alla Promozione” è stato attribuito anche a Michele Russi, presidente del Mortise Calcio, per la campagna volta a promuovere “i principi della educazione e disciplina sportiva, del rispetto di compagni e avversari di gioco e dello sport pulito a tutela della salute e dell’ambiente”.


 


 



Nella foto (di Lino Rubini) alcuni momenti della serata alla Piroga



Per informazioni: Diego Zilio


Ufficio Stampa Panathlon International Padova


 


35137 – Padova, via Calatafimi, 12 - Tel/Fax 049 650610


Scarica il file Riepilogo premi Fair Play.pdf
Scarica il file Riepilogo premi Scuola e sport.pdf

Ingrandisci questa foto

Ingrandisci questa foto Ingrandisci questa foto 
28/11/2015

 

 





 
Forum Internazionale "La Carta dei Doveri del Genitore nello sport" Reggio Emilia 8 aprile 2017
 
XII Congresso Panamericano - Recife 26-28 ottobre 2017
 
 

View Panathlon stats
   
Indirizzo email:
Password:

Codice Fiscale: 80045290105 - Partita IVA: 02009860996
Disclaimer - Copyright Panathlon International 2013 - All Rights Reserved - Powered by SEF