In questo sito potrebbero essere utilizzati cookie di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di questi cookie. CHIUDI - LEGGI DI PIÙ
SEGUICI SU Panathlon FaceBook Panathlon YouTube Panathlon Twitter   LINGUA Versione italiana English version Version française
   
CERCA:
 

PANATHLON CLUB VENEZIA:

OrganigrammaSociStoriaRiunioniAttivitàLinkHome

QUESTO CLUB FA PARTE DEL
DISTRETTO: Distretto Italia
Area: 01 VENETO - TRENTINO ALTO ADIGE/SǗDTIROL


Sito del Club:

-


 
PANATHLON CLUB VENEZIA
Club n. 001 (I) - Area 01 VENETO - TRENTINO ALTO ADIGE/SǗDTIROL
Fondazione: 12/06/1951

CLUB NEWS


VENICE PANATHLON DAY 2016: A VANESSA FERRARI IL VENICE PANATHLON SPORT AWARD 

E’ andato a Vanessa Ferrari, la stella della ginnastica artistica mondiale, il VI° Venice Panathlon Sport Award assegnato ogni anno dal Panathlon Club Venezia ad un campione internazionale, nell’ambito del Venice Panathlon Day ospitato nel prestigioso Teatro Goldoni concesso dal Comune di Venezia.


“La scelta è ricaduta sulla ginnasta bresciana, la prima azzurra a conquistare un titolo mondiale individuale nel 2006, perché ha sempre incarnato i sani valori dello sport e ha saputo dimostrare ad ogni infortunio di sapersi rialzare e tornare assolutamente competitiva. E’ questo uno dei grandi insegnamenti dello sport”, ha commentato il Presidente Luca Ginetto.


“Sono spiaciuta per i due quarti posto alle ultime Olimpiadi di Londra e Rio – ha commentato la Ferrari – ma non riesco ad immaginare la mia vita senza la ginnastica. Il fatto poi di ricevere questo prestigioso riconoscimento a Venezia, città dove è nata 147 anni fa la Federazione Ginnastica d’Italia mi rende ancor più orgogliosa. Il mio rientro? Non ho proprio idea. Sono stata operata tre settimane fa e la riabilitazione stavolta sarà molto lunga. Vediamo”. A premiarla il Past President Piero Ragazzi e il Presidente di Alilaguna, Fabio Sacco. Nel 2011 il premio era andato all’ex campione del mondo di ciclismo Vittorio Adorni, l’anno successivo al pluricampione mondiale e olimpico di canottaggio Rossano Galtarossa, nel 2013 a Beatrice “Bebe” Vio, nel 2014 alla incredibile Gabriella Dorio e lo scorso anno al miglior allenatore di pallacanestro di tutti i tempi, Carlo Recalcati.


Il “31° Premio Mario Viali – Una vita per lo sport” è andato al dirigente lidense Ferdinando Sabatino, fondatore dell’Hockey Club Venezia nell’allora 1949 e organizzatore dei Campionati Mondiali al Lido di Venezia del 1953, su strada, e del 1962, su pista. A 93 anni è salito arzillo sul palco, accompagnato dai fratelli Umberto e Antonio ed è stato premiato da Gianfranco Ginetto che analogamente dal 1951 ha vissuto e continua a vivere la vita del glorioso sodalizio lidense.


La Commissione Assegnazione Premi e Riconoscimenti del Panathlon Club Venezia ha deciso di assegnare due Premi Fair Play 2016 alla Carriera. Il primo è andato alla velocista veneziana Manuela Levorato: due volte medaglia di bronzo agli Europei, argento e bronzo ai Giochi del Mediterraneo. Ha vinto 17 titoli italiani assoluti ed è stata titolata in tutte le categorie giovanili. Detiene 13 record nazionali ma soprattutto oggi mette a disposizione la sua esperienza come dirigente di una società di atletica leggera ed è costantemente impegnata come testimonial per tante iniziative benefiche. A premiarla il Presidente del Distretto Italia del Panathlon International, Federico Ghio.Il secondo Fair Play alla Carriera è andato allo storico dirigente della pallacanestro Fiamma Bassani, Silvio Zanon che superati i 90 anni continua ad essere presenza attiva nella società veneziana in qualità di Presidente Onorario. A premiarlo il Governatore dell’Area1 Veneto Trentino-Alto Adige/Sudtirol, Giorgio Chinellato. 


Infine il Premio Fair Play 2016 al Gesto è stato assegnato alla giocatrice del Marcon calcio femminile Jenny Camilli: durante l’incontro di calcio femminile Imola-Marcon, al 27° del secondo tempo, sul risultato di 3 a 1, la giocatrice veneziana si incunea in area avversaria e con un dribbling secco cerca di superare l'avversaria che allunga una gamba senza sfiorare l'attaccante arancionero che cade. Il direttore di gara indica il dischetto di rigore. Ma lei si rialza dirigendosi dall'arbitro facendogli presente di non essere stata minimamente toccata e che il rigore non c'è. A questo punto dalle tribune parte indistintamente dalle due tifoserie una lunga standing ovation.


A premiarla l’Assessore alle Politiche Educative del Comune di Venezia Paolo Romor.


E’ stata poi la volta del "44° Premio Studente/Atleta". Tredici i selezionati tra le 53 domande di partecipazione pervenute: Scuole medie inferiori femminile – Irene Cola (S. Girolamo-Sansovino – Canottieri Querini Venezia), Camilla Perini (S. Girolamo-Sansovino – Comini Padova Scherma), Valentina Zane (D. Alighieri Venezia – Canottieri Giudecca). Scuole Medie inferiori maschili – Davide Capodaglio (Giulio Cesare Mestre – SS Reyer Ve), Alvise Livieri (Morosini Venezia – Asd Karate Venezia), Alberto Novello (Morosini Venezia - SS Umana Reyer Ve). Scuole Medie superiori femminili – Francesca Cipelli (V. Corner – Veneto Special Team), Giorgia Ferraro (Benedetti Ve – Canottieri Bucintoro), Eleonora Ghetti (Liceo Parini Mestre – Judo Mestre 2001), Beatrice Ranzato, (Bruno-Franchetti – Judo Mestre 2001). Scuole Medie superiori maschili - Giacomo Serena (M. Polo – Pol. Casier pattinaggio), Umberto Spanio di Spilimbergo (Franchetti – Judo Mestre) e Pietro Velluti Franzì (Ist. Stefanini – Circolo Scherma Mestre). Ad aggiudicarsi le quattro Borse di studio da 250 euro messe in palio dal Panathlon Club Venezia sono stati per le medie femminili Camilla Perini della Sansovino di Venezia-Scherma Comini Padova che ha ottenuto prestigiose vittorie in competizioni nazionali e internazionali ma soprattutto ha ottenuto un profitto scolastico del 10,00; per le medie maschili Alberto Novello della Morosini di Venezia-Umana Reyer Venezia che con la sua squadra ha vinto nella stagione 2015-2016 il torneo di Asti, di Ferrara, di Dolo, secondo a Torino ma soprattutto ha vinto il titolo regionale Under13. Ha riportato una media scolastica del 9,75. Per le superiori femminili è stata premiata Beatrice Ranzato del Liceo Bruno-Franchetti di Mestre – Judo Mestre 2001. Ha svolto l’attività federale della Fijkam vincendo numerosi tornei nazionali; 2^ al Grand Prix di Torino, ma soprattutto diplomata con 98/100. Infine per le superiori maschili la borsa di studio è andata al pattinatore Giacomo Serena del Liceo Artistico Marco Polo–Pol. Casier pattinaggio corsa. Ha un palmares lunghissimo: campione regionale e vicecampione italiano, ma soprattutto medaglia di bronzo ai recenti Campionati mondiali di corsa su strada a Nanjing in Cina nei 100 mt in corsia. Lo scorso anno scolastico ha ottenuto una media dell’8,08.


Due buoni per materiale scolastico da 250 euro sono poi andati alle scuole che hanno inviato il maggior numero di segnalazioni: la media Sansovino e il Liceo Benedetti.


A premiarli il Consigliere Nazionale e Presidente del Comitato Veneto del CONI, Gianfranco Bardelle e l’Assessore al Bilancio del Comune di Venezia Michele Zuin. 


Ad allietare il pomeriggio alcune esibizioni delle allieve della scuola Diaghilev di Venezia diretta da Francesca Siega.


Consegnati due attestati speciali: alla Polisportiva Terraglio per la collaborazione continua, nella concessione della sede a Sant’Alvise, e alla Pro Loco di Lido e Pellestrina per l’organizzazione della giornata “Lido è…Sport”.


E’ stata poi la volta delle premiazioni delle “Panathliadi – I Giochi delle Scuole medie veneziane” che quest’anno hanno visto in gara ben 16 squadre.


Dopo la proiezione del video-documentario sono stati premiati i vincitori del concorso “Fotografa le Panathliadi” promosso in collaborazione con la “Fondazione Culturale Panathlon International Domenico Chiesa”: al primo posto Ottavia Tagliapietra della Galuppi di Burano, secondo Marco Gabbia della Media Cavanis e terzo Luca D’Este del Foscarini. A premiarli gli Ambasciatori della Fondazione, Maurizio Monego e Ivana Moresco.


Un attestato di riconoscimento è andato poi agli “Amici delle Panathliadi” coloro che in varie forme contribuiscono all’organizzazione: Assicurazioni Generali, Alilaguna, Banca Mediolanum, Rizzo Pane, San Servolo Servizi Metropolitani, Lattebusche, 2Erre Organizzazioni, Palmisano Dolci, Libreria Toletta, Cartoleria Testolini, Ragazzi Vetro, Yalos Murano, Cisom, Suem 118 Ulss12 Veneziana, Asd Cronometristi Venezia e Asd Orienteering Laguna Nord.


Ultimo atto la consegna, da parte del Presidente del Panathlon Club Venezia, Luca Ginetto, della Coppa in vetro di Murano alla scuola vincitrice dell’edizione 2016: la media Morosini di Venezia.


Alla fine la foto di gruppo sul palco con tutti i premiati. 


Ingrandisci questa foto

Ingrandisci questa foto Ingrandisci questa foto Ingrandisci questa foto Ingrandisci questa foto Ingrandisci questa foto Ingrandisci questa foto Ingrandisci questa foto Ingrandisci questa foto Ingrandisci questa foto 
14/10/2016

 

 





 
Forum Internazionale "La Carta dei Doveri del Genitore nello sport" Reggio Emilia 8 aprile 2017
 
XII Congresso Panamericano - Recife 26-28 ottobre 2017
 
 

View Panathlon stats
   
Indirizzo email:
Password:

Codice Fiscale: 80045290105 - Partita IVA: 02009860996
Disclaimer - Copyright Panathlon International 2013 - All Rights Reserved - Powered by SEF