In questo sito potrebbero essere utilizzati cookie di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di questi cookie. CHIUDI - LEGGI DI PIÙ
SEGUICI SU Panathlon FaceBook Panathlon YouTube Panathlon Twitter   LINGUA Versione italiana English version Version française
   
CERCA:
 


ANNO 2017
ANNO 2016
ANNO 2015
ANNO 2014
ANNO 2013
 

Nuovi orizzonti dal Forum di Reggio Emilia 

Si è concluso magistralmente il Forum Internazionale del Panathlon International sulla “Carta dei Doveri del Genitore nello Sport. La giornata è stata aperta e coordinata dal Past President Giacomo Santini, il quale ha presentato gli ospiti: Pierre Zappelli (Presidente Internazionale), Paul Standaert (Consigliere Internazionale), Julie Vollertsen (pallavolista ed argento olimpico con gli USA nel 1984), Leopoldo Melli (Presidente Fondazione Sport Reggio Emilia) ed Ario Federici (Professore presso l'Università di Urbino).

Il Forum ha avuto inizio col saluto del l’Assessore allo Sport del Comune di Reggio Emilia, Mauro Rozzi, che dopo aver sottolineato l’importanza dell’educazione dei genitori che rivestono un ruolo fondamentale nella crescita dei giovani, ha auspicato che il valore e il ruolo della Carta possa essere riconosciuta anche da chi governa lo Sport in Italia.

E’ seguito l’intervento del Consigliere Internazionale  Paul Stendaert che  ha portato l’esperienza del distretto belga illustrando le iniziative adottate dalla Federazione Belga di Ginnastica, in primis con l’adozione di un codice etico particolarmente ispirato ai valori portanti del Panathlon. 

E’ stata la volta dei coniugi Julie Vollertsen e Leopoldo Melli, genitori di Nicolò, che hanno contribuito al dibattito quali testimonials di eccezione. Oltre a ricordare che il “mestiere” di genitore oggi rappresenta il mestiere più difficile del mondo, entrambi hanno sottolineato l’importanza dello Sport come aggregatore sociale di eccellenza, sottolineando il valore della sconfitta come stimolo per migliorare e raggiungere l’eccellenza. Ma lo Sport non è tutto nella vita dei nostri giovani: l’insegnamento e la Scuola mantengono la centralità del nostro sistema sociale. L’Italia sul punto si differenzia profondamente dal sistema statunitense, dove lo Sport non è in conflitto con la Scuola, ma al contrario assurge ad elemento primario nel sistema valutativo dell’alunno, integrando ed amalgamando il profitto scolastico con quello sportivo.

E’ entrato in scena il Professor Ario Federici che ha intrattenuto la platea con una lectio magistralis sulla “pedagogia genitoriale della consapevolezza”. Tutti i valori portanti della Carta sono stati declinati sotto i profili sociologico, pedagogico ed emozionale. Molti i temi trattati, accompagnati da una significativa presentazione che ha  impressionato i presenti per la forza del contenuto e del messaggio. Federici ha puntato il dito sull’atteggiamento contraddittorio dei genitori che, pur avendo il dovere costituzionale di educare i figli, ineluttabilmente demandano ad altri (Scuola e Sport in primis) questo compito, salvo poi non riconoscere il potere correttivo dei terzi delegati, ma anzi contrapponendosi a questi talvolta anche in modo violento. Sorge così la necessità di educare la famiglia ad assumere scelte consapevoli. In questo la Carta si pone come strumento originale ed indispensabile per l’orientamento di quei genitori che hanno compreso l’importanza della cultura sportiva.

Federici ha concluso il proprio intervento con una frase che rimarrà nella memoria dei partecipanti: “ il vero oggetto dell’educazione sportiva è la formazione della felicità”.

I lavori, coordinati abilmente dal past president Giacomo Santini,  sono proseguiti con le testimonianze dei Panathlon Club Napoli, Pavia, Messina, Lisbona e Carrara-Massa) sulle iniziative svolte a livello locale per la promozione della Carta.

A conclusione del Forum è intervenuto il Prefetto di Reggio Emilia, dott. Raffaele Ruberto, il quale ha rimarcato non solo l’importanza dello Sport nella formazione dei giovani, ma i principi portati dalla Carta, condividendone il contenuto e approvando con entusiasmo le attività promosse dal Panathlon International.

photogallery

video

 
Presentazioni Club  

Scarica il file COMO - 2017 RE Report finale Club Como pres.pdf
Scarica il file OZIERI -PPTCARTA DOVERI PC OZIERI.pdf
Scarica il file VARESE -Presentazione.pdf

Ingrandisci questa foto


12/04/2017

 

 

 

 


 
Forum Internazionale "La Carta dei Doveri del Genitore nello sport" Reggio Emilia 8 aprile 2017
 
XII Congresso Panamericano - Recife 26-28 ottobre 2017
 
 

View Panathlon stats
   
Indirizzo email:
Password:

Codice Fiscale: 80045290105 - Partita IVA: 02009860996
Disclaimer - Copyright Panathlon International 2013 - All Rights Reserved - Powered by SEF