In questo sito potrebbero essere utilizzati cookie di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di questi cookie. CHIUDI - LEGGI DI PIÙ
SEGUICI SU Panathlon FaceBook Panathlon YouTube Panathlon Twitter   LINGUA Versione italiana English version Version française
   
CERCA:
 


 - A T T I V I T A'
Sommario Notizie
 - DELEGHE
Delegati: apri...
 - SETTORI d'AZIONE
Organizzazione
 - AZIONI
Fair Play-Etica-Disabili-Scuola, ...
 - DOCUMENTI (E)
Etica
 - DOCUMENTI (FP)
Fair Play
 - IMMAGINI - GIOCHI
Accedi
 - PREMI/EVENTI/CONCORSI/CONVEGNI
Cliccare
 - P. JUNIOR
PJ: Apri...
 - TESI
-> Tesi di Laurea
-> Bandi concorso
 - ARTICOLI e SAGGI
Per argomenti
Per autore
Varie
 

- ARTICOLI e SAGGI - Per argomenti



22/01/2013 - REPERTORIO PANATHLON SU DOPING (M.M.)

Elenco ragionato degli articoli apparsi sulla rivista “PANATHLON INTERNATIONAL” dal 1985 al primo trimestre 2008

Notevole è la mole di articoli apparsi sulla Rivista del Panathlon fin dal 1985. Fino ad allora i problemi etici trattati erano molto orientati all’educazione ai valori dell’olimpismo e a combattere l’incultura alla base della violenza nello sport.

 

 

2008

 

• Nel N. 1/2008 un articolo di Philippe Housiaux tratta il problema del doping, degli imbrogli e della violenza che minano lo sport. Titolo: “Una ‘cintura di sicurezza’ per salvare lo sport”.

 

• Il N. 2/2008 riporta un pezzo di Lina Musumarra “La lotta al doping nello sport: azioni di prevenzione”. Dario Rigetti è l’autore di un breve articolo, che prendendo spunto da uno spettacolo educativo, porta all’attenzione il problema dell’alcolismo giovanile. “Gli adolescenti alzano troppo il gomito” è il titolo.

 

2007

 

• Nel N. 2/2007 alla sezione Doping e salute pubblica, compare l’articolo “Si parte verso il futuro”, tratto dalla rivista francese “Franc jeu N.1/2007 e rielaborato dal CdR. “Oggi la sfida lanciata alla comunità antidoping consiste nel determinare in che modo la collaborazione e la condivisione di informazioni tra le agenzie governative da una parte e le autorità sportive antidoping dall’altra possono essere migliorate per permettere alla lotta contro il doping nello sport, di guadagnare ulteriormente in termini di efficacia”. (pgg. 4 e 5)

 

• In termini di educazione, prevenzione e ricerca contro il doping, nello stesso N. 2/2007, a pag. 6 è riportato l’articolo di fonte “Revue Olympique” n. 62, gen-feb-mar 2007 in cui il Presidente del CIO Rogge dichiara la “determinazione totale sulla lotta contro il doping”.

 

• A seguito dei fatti emersi nel Tour de France in Luglio, nel N. 3/2007, compaiono gli articoli di Luc Le Vaillant “Lettera a mio figlio sulla bicicletta e il doping” e di Jacques Testart “Il doping sdoganato” in risposta alle provocazioni contenute nell’articolo di Le Vaillant.

 

2006

 

• Maurizio Monego è ancora l’autore di “Estote parati – il doping genetico è già una realtà”, che compare nel N. 1/2006 pg 26. Svolge delle considerazioni di carattere etico a partire dagli spunti offerti da un articolo di Eugenio Capodacqua apparso sul quotidiano La Repubblica del 6 Dicembre 2005.

• N. 4/2006. Di autori vari, tutti medici, è l’articolo su “Un centro regionale antidoping” funzionante in Emilia Romagna (I), esemplare per la metodologia adottata nei confronti della dissuasione verso atleti e raccogliendo dati di una piccola inchiesta fra di loro. All’interno anche valutazioni sulla lotta al doping in Italia.

2005

 

• N. 4/2005, pgg. 28-29, Maurizio Monego: Doping e Olimpiadi. Si tratta dell’articolo critico verso al proposta Pescante di depenalizzare il reato di doping della legge italiana, perché in contrasto con la normativa CIO, in vista delle Olimpiadi invernali di Torino 2006.

 

2004

 

• Il N. 3/2004 si apre con l’intervista concessa dal Presidente del CIO Rogge al quotidiano La Stampa, sui problemi che assillano i Giochi Olimpici e lo sport, fra i quali il doping è in testa alle preoccupazioni. (pgg.10-11)

• Nel N. 4/2004 compare un articolo di Franco Cavalieri, Consigliere del 2° Distretto, dal titolo “Inevitabilità del doping? Gli sportivi e la verità” scritto in forma di considerazioni dell’autore sullo stimolo di una serie di convegni e tavole rotonde, di livello universitario a Bergamo e con manifestazioni pubbliche a Crema e a Lodi, tenutesi nel 2° Distretto. (pgg. 18-19)

 

2003

 

• Il Prof. Angelo Tramontano, vice presidente del Club di Palermo è l’autore dell’articolo che compare nel N.4/2003 (pg. 14-15) “I danni delle sostanze dopanti nella donna che pratica sport”.

 

2002

 

•Nel N.3/2002 compare il testo di una lettera che Maurizio Monego, past President del club di Venezia ha inviato a Il Gazzettino di Venezia l’indomani di una sentenza che depenalizzava alcune forme di doping evidenziando i buchi della legge da poco varata in Italia. Taglio morale – educativo (anche per i giornalisti).

• Il V Congresso Panamericano di Santiago del Cile ha sollecitato Lina Musumarra a scrivere un articolo riportato nel N.4/2002 (pg.4) che affronta il tema del doping come uno dei pericoli della “società del rischio” secondo la definizione del sociologo tedesco Ulrich Beek. L’autrice, che aveva svolto l’intervento “Le misure di lotta contro il doping nello sport” fa dei richiami al Forum europeo di Bruxelles 2001 e al Seminario Euromediterraneo sul doping di Marrakech.

• Nello stesso N.4/2002 (pg.28), il resoconto di un convegno a Forlì (Italia) organizzato dal CSA scolastico di Forlì-Cesena e dal Panathlon di Cesena “per combattere il doping già nella scuola”.

 

1999

 

• Con il N.1/1999 si apre una serie di interventi in vista e in conseguenza del Congresso di Palermo. “Troppa ignoranza sul doping e sulla creatina” è il titolo dell’articolo di Alessandro Gamba (pgg.4 e 5), tratto dalla Rivista “Superbasket”. Compare anche l’iniziativa del Panathlon Club Losanna che attraverso un gruppo di lavoro ha redatto un Manifesto contro il doping.

• Nel N. 2/1999 compare un’ampia rassegna degli interventi e della Dichiarazione finale del Congresso di Palermo (pgg. 4 -11). Nello stesso numero a pg. 27 è pubblicata la notizia di una brillante inchiesta del Panathlon Club di Terni dal titolo: “Doping: pressioni e consigli medici”. A pg. 32 e 33, infine compare l’ampio resoconto dell’intervento di Otto Schmitt al Panathlon Club Montevideo “La lotta contro il doping – protegge la salute e offre basi uguali per tutti”, in cui a partire dalla premessa su “impatto della droga e dell’alcool”, “la proliferazione delle truffe” ecc. individua possibili attività per i club del Panathlon e fornisce suggerimenti per gli interventi.

• Il prof. Giorgio Odaglia, Consigliere Centrale del P.I. con un passato di pallanuotista e poi di Medico Sportivo – è stato anche Presidente della FIMS – scrive nel N. 3/1999 un lungo articolo (pgg. 8 e 9) dal titolo “I compiti del Medico dello sport ed i problemi per la lotta al doping”, in cui smentisce il luogo comune che lo sportivo di vertice sia un uomo sano, prospetta alcune incongruenze nel testo della legge anti-doping che sta per essere varata dal Governo italiano e svolge alcune considerazioni sulla lotta al doping.

 

 

1998

 

• Il N. 3/1998 contiene la Relazione del Presidente della Commissione culturale Antonio Spallino verso il congresso di Palermo “Sport, Etica, Giovani – la linea d’ombra del doping -, al fine di offrire ai club materia di riflessione.

• A pg. 21 del N.4/1998 è riportato un articolo apparso su L’Espresso a firma di Sandro Donati – il più convinto accusatore delle ipocrisie intorno al doping (vedi in altra parte di questo dossier) – dal titolo “Il doping c’è ma non si vede”, che punta alla denuncia dell’uso dell’ Igf1 e spinge all’uso del controllo del sangue per smascherare i dopati.

 

1990

 

• Nel numero di Gennaio/Febbraio 1990 è riportata ampia notizia del Convegno internazionale sul doping organizzato nei giorni 25-27 aprile a Gradisca d’Isonzo (I) dal I Distretto (pg.41);

 

1989

 

• I numeri 4-5/1989 di Aprile/Maggio 1989 danno ampio spazio all’intervento del Prof. Gianni Benzi, farmacologo e tossicologo di fama, direttore dell’Istituto di Farmacologia dell’Università di Pavia; direttore del Centro Studi & Ricerche FIDAL-CONI e Consigliere dell’International Medical Committee della IAAF.

• Nel N.6-7/1989 (pgg. 3-9) compare un Dossier Doping con articoli di Vittorio Wiss e di John Goodboy, corrispondente sportivo del Times

• Settembre 1989, N. 8 della Rivista: Dossier doping (pgg. 7-16) riporta articoli di Eduardo Enrique De Rose Presidente FIMS, “Un controllo moderno e dinamico” e di Antonio Losada, “Un problema permanente”, testo della relazione tenuta ad una conferenza del Club di Santiago del Cile.

• La redazione della Rivista P.I., nel numero di Dicembre 1989, affronta (pgg.7-10) il tema con due titoli: “L’azione dei ministri europei” riferito alla 6^ Conferenza dei Responsabili dello sport dei governi europei riuniti a Reykjavik, e “La lotta delle Federazioni internazionali”, che tratta dell’impegno espresso dalle FI nella 23^ Assemblea dell’AGFIS.

 

 

1989

 

Nel N. 2/1985 della Rivista compare il primo inserto “Droga o sport”.

 





22/01/2013

 


 
Forum Internazionale "La Carta dei Doveri del Genitore nello sport" Reggio Emilia 8 aprile 2017
 
XII Congresso Panamericano - Recife 26-28 ottobre 2017
 
 

View Panathlon stats
   
Indirizzo email:
Password:

Codice Fiscale: 80045290105 - Partita IVA: 02009860996
Disclaimer - Copyright Panathlon International 2013 - All Rights Reserved - Powered by SEF