In questo sito potrebbero essere utilizzati cookie di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di questi cookie. CHIUDI - LEGGI DI PIÙ
SEGUICI SU Panathlon FaceBook Panathlon YouTube Panathlon Twitter   LINGUA Versione italiana English version Version française
   
CERCA:
 


 - A T T I V I T A'
Sommario Notizie
 - DELEGHE
Delegati: apri...
 - SETTORI d'AZIONE
Organizzazione
 - AZIONI
Fair Play-Etica-Disabili-Scuola, ...
 - DOCUMENTI (E)
Etica
 - DOCUMENTI (FP)
Fair Play
 - IMMAGINI - GIOCHI
Accedi
 - PREMI/EVENTI/CONCORSI/CONVEGNI
Cliccare
 - P. JUNIOR
PJ: Apri...
 - TESI
-> Tesi di Laurea
-> Bandi concorso
 - ARTICOLI e SAGGI
Per argomenti
Per autore
Varie
 

- TESI -



14/03/2012 - Un canestro per la diversita' (Bruno Ferrari - Anno Accademico 2010-2011)

Novembre 2011. Università degli Studi di Pavia, Facoltà di Medicina e Chirurgia. Corso di Laurea Interfacoltà in educazione fisica e tecnica sportiva. Relatore Prof. Rodolfo Carrera

A Pavia, da tempo si lavora con i disabili mentali attraverso attività legate al “Metodo Calamai” seguendo la famosa citazione “alzando lo sguardo verso l’alto” per cercare di combattere la chiusura di questi ragazzi verso il mondo esterno e verso la relazione con l’altro. Marco Calamai presentò ai panathleti il suo metodo a Parma durante il Congresso del Panathlon International nel 2005. Tecnico innamorato della sua disciplina era passato ad allenare, dal campionato di lega di serie A , il campionato della vita. Da Bologna, dove il Metodo ha mosso i primi passi, è arrivato a Pavia con il progetto "A canestro in modo speciale..."

A introdurlo e crederci fin dall'inizio sono stati proprio due ex giocatori del coach Marco Calamai: Chicco Falerni e Dante Anconetani. Lo hanno fatto con l'entusiasmo dei ventenni di ieri, del quintetto fantastico dell'Annabella '87, che si è rimessa insieme contando sull'apporto del medico sportivo di quella squadra, il dottor Albino Rossi (già presidente del Panathlon Club pavese). Metodo poi sviluppato anche nella scuola grazie all'insegnante di educazione fisica e panathleta professoressa Maria Stella Lana.

Per Bruno Ferrari la scoperta della squadra dello “Special Team Annabella ‘87” è avvenuta grazie al Professor Rodolfo Carrera, suo docente e sostenitore di questo tipo di iniziative sulla disabilità legate al mondo sportivo.

Ne è nata la tesi “Un canestro per la diversità” con lo scopo di divulgare il valore del praticare la disciplina sportiva del basket per combattere la condizione di chiusura verso tutto ciò che circonda il ragazzo disabile, proiettati al suo “recupero” e alla sua integrazione.

Clicca qui  per accedere alla lettura della tesi

 





14/03/2012

 


 
Forum Internazionale "La Carta dei Doveri del Genitore nello sport" Reggio Emilia 8 aprile 2017
 
XII Congresso Panamericano - Recife 26-28 ottobre 2017
 
 

View Panathlon stats
   
Indirizzo email:
Password:

Codice Fiscale: 80045290105 - Partita IVA: 02009860996
Disclaimer - Copyright Panathlon International 2013 - All Rights Reserved - Powered by SEF