SEGUICI SU Panathlon FaceBook Panathlon YouTube Panathlon Twitter   LINGUA Versione italiana English version Version française
   
CERCA:
 


 - A T T I V I T A'
Sommario Notizie
 - DELEGHE
Delegati: apri...
 - SETTORI d'AZIONE
Organizzazione
 - AZIONI
Fair Play-Etica-Disabili-Scuola, ...
 - DOCUMENTI (E)
Etica
 - DOCUMENTI (FP)
Fair Play
 - IMMAGINI - GIOCHI
Accedi
 - PREMI/EVENTI/CONCORSI/CONVEGNI
Cliccare
 - P. JUNIOR
PJ: Apri...
 - TESI
-> Bandi concorso
-> Tesi di Laurea
 - ARTICOLI e SAGGI
Per argomenti
Per autore
Varie
 

- DOCUMENTI (E) -



29/07/2009 - Road map Dichiarazione del Panathlon sull'etica nello sport giovanile (Gand - Settembre 2004)

All’inizio degli Anni Novanta, un gruppo di specialisti ginevrini, fra cui il panathleta Prof. Lucio Bizzini, produsse per il Service de Santé de la Jeunesse del Cantone di Ginevra, la “Carta dei diritti del ragazzo nello sport”, su modello della Carta statunitense di Reiner Martens. La motivazione era fissare dei paletti all’attività agonistica dei bambini e di ragazzi, in osservanza della Convenzione sui diritti dell'infanzia, dell’ONU (1989). 

Nel 1995 fu ufficialmente adottata dal Panathlon International nel Congresso di Avignone.

Quella carta è stata rivisitata, sottoponendola all’esame di esperti di medicina sportiva, di psicologia e di pedagogia consultati dal P.I. e dal Panathlon International proposta ad un congresso mondiale dell’EASM (European Association for Sport Management), tenutosi a Gand (B) nel settembre 2004. Già in quella sede il testo discusso, leggermente modificato ed approvato da quel Congresso Consensus fu sottoscritto da molte delle Federazioni internazionali presenti.

Da allora il P.I. ha sviluppato una intensa azione di divulgazione e proposta presso tutte le Federazioni sportive Internazionali, il CIO, i Comitati Olimpici Nazionali, gli Enti di promozione sportiva, le Amministrazioni locali, le Scuole e le Università.

La sottoscrizione rappresenta un impegno formale per  

      - adottare un percorso adatto alla realizzazione di attività e di strategie di integrità, che includano un certo approccio di sostegno e di conformità;

      - affrontare i dilemmi etici con i quali spesso si confrontano i membri  delle federazioni sportive o delle organizzazioni;

      - affermare la condivisione dei principi etici in essa contenuti

e favorire la progettualità nel monitorarne applicazioni, implementazioni e verifiche.

Interventi P.I.

- Conferenze Mondiali per l'attuazione della Dichiarazione del Panathlon sull'Etica nello Sport Giovanile. L'ultima si è svolta a Gand (Belgio) il 5-6-7 Novembre 2008 con la collaborazione dell'AGFIS e il sostegno del CIO.

- Osservatorio internazionale

(www.panathlon.net)

Inserimento delle sottoscrizioni e monitoraggio a livello politico, accademico e territoriale delle  buone pratiche  in tema di etica nello sport giovanile  al fine di dar forza ad un Panathlon concepito come referente su ciò che concerne etica nello sport e diritti dei giovani.

Apri il testo della Dichiarazione del Panathlon sull'etica nello Sport Giovanile in pdf

Clicca per aprirlo in word

 

rs/09


Ingrandisci questa foto

Ingrandisci questa foto 
29/07/2009

 


 
Gand, 4-5 ottobre 2014 La Dichiarazione del P.I. "L'etica nello sport giovanile" compie 10 anni
 
 

View Panathlon stats
   
Indirizzo email:
Password:

Codice Fiscale: 80045290105 - Partita IVA: 02009860996
Disclaimer - Copyright Panathlon International 2013 - All Rights Reserved - Powered by SEF