In questo sito potrebbero essere utilizzati cookie di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di questi cookie. CHIUDI - LEGGI DI PIÙ
SEGUICI SU Panathlon FaceBook Panathlon YouTube Panathlon Twitter   LINGUA Versione italiana English version Version française
   
CERCA:
 


 Finalità
Composizione
Finalità del Panathlon
 Commissione Culturale
Antonio Spallino Presidente Onorario a vita della Commissione
Storia e Finalità
 

- Storia e Finalità



16/06/2012 - Storia e Finalità 

Il Consiglio Centrale del Panathlon International, riunito a Milano il 4 ottobre 1980, e presieduto dal Presidente Internazionale, Dott. Paolo Cappabianca, ha costituito la sua Commissione Culturale e ne ha designato i membri.

La prima Commissione Scientifico-Culturale
risultava pertanto così composta:

Presidente Prof. Sisto Favre

Membri:
On. Vittorio Catella
Dott. Raymond Gafner
Avv. Franco Marzo
Dott. Alfonso Vigorita
Amm. Fulvio Bartelletti.

La relazione del 27 dicembre 1995 dell'allora Presidente Jean Presset (Panathlon Club Losanna - X Distretto - CH) faceva il punto sui dodici anni del suo impegno alla guida della Commissione.

Le constatazioni positive concernevano:


- l'approvazione della "Carta del Panathleta",
- quella della Carta dei Diritti del Ragazzo,
- l'approvazione della Carta del Fair Play;
- la nitida enunciazione delle finalità del movimento, nello Statuto del Panathlon International;
- l'esemplare organizzazione e la perfetta riuscita del X Congresso ad Avignone (1995);
- la partecipazione attiva e incisiva alla diffusione del Fair Play;
- l'ottima intesa raggiunta tra Commissione e Rivista e il notevole arricchimento e coordinamento tematico e grafico dei suoi numeri;
- l'opportuna costituzione della "Commissione Comunicazione e Immagine", interfaccia della Commissione Culturale.

Le perplessità riguardavano il grado di penetrazione dei messaggi nell'insieme del movimento.

L'attuale Commissione presieduta da Antonio Spallino, past-president del Panathlon International (associato al Club di Como - II distretto - IT), ha proposto la definizione operativa del modello "stellare" della "Commissione" Culturale, tale da assicurare:

A) la concentrazione e la rapidità delle elaborazioni delle proposte, mediante una Commissione Centrale ristretta di livello internazionale in grado di rappresentante tutte le aree tematiche interessate, avente il compito di:

- approfondire le tematiche culturali di portata generale;

- elaborare e fare elaborare lo studio, i progetti e le proposte da sottoporre al Consiglio Centrale;

- cooperare all'organizzazione culturale dei Congressi del Panathlon International;

- cooperare all'assolvimento delle funzioni culturali della Rivista e dei Quaderni;

B) l'investimento, la promozione e la crescita culturale distrettuale o interdistrettuale di ciascuna area del Panathlon International, mediante la costituzione di una "Rete" di livello interregionale (in senso socio-culturale) di esperti corresponsabili della politica culturale complessiva del Panathlon International, aventi il compito di:

- redigere studi, proposte e progetti specificamente regionali (nel senso sopra specificato);

- elaborare e trasmettere alla Commissione ristretta studi e proposte di portata generale;

- collaborare con la Commissione ristretta nel trasferimento informativo e promozionale delle proposte della Commissione stessa sul territorio;

- assistere e stimolare le attività e le iniziative culturali dei Club e dei Distretti.

Con deliberazione n. 63/05/CP del 14 dicembre 2005 la Commissione è stata riconfermata dal Comitato di Presidenza.

Nel corso della riunione dei membri della nuova Commissione Culturale, svoltasi a Milano sabato 11 febbraio 2006, su proposta di Aldo Aledda viene unanimemente deciso di cambiare la denominazione in "Commissione scientifico–culturale" per meglio corrispondere alle reali funzioni della Commissione. Le darà più nitida visibilità in campo internazionale; amplierà l’ambito motivazionale dei commissari, dei membri dei futuri gruppi di lavoro nonché degli studiosi invitati a tenere relazioni scientifiche nei convegni; conferirà prestigio agli stessi distretti regionali e agli stessi club (lo confermava la recente esperienza dei club applicatisi ai due temi del XV Congresso prima e dopo la realizzazione di questo).

Con delibera 22/06/CC del Consiglio Centrale del 25 e 26 marzo 2006, si riconosce la denominazione di Commissione Scientifico - Culturale e si approva l'impostazione mirata alla scientificità e ad una maggiore valenza internazionale.

Vengono pubblicati gli Atti del XV Congresso (Parma) per le Edizioni Franco Angeli. Due i volumi, in inglese ed in italiano. Con ciò si dà nuova struttura a quelli che erano i Quaderni del P.I. ottenendo anche di comparire nei cataloghi di una casa editrice internazionale.

Il successo del lavoro della nuova Commissione, allargata al Prof. Yves Vanden Aweele, per preparare il XVI Congresso (Anversa) e del suo Presidente e Membro d'Onore del P.I., Avv. Antonio Spallino, si tocca con la realizzazione in tempi brevissimi di un congresso da tutti giudicato di grande spessore culturale. (Si vedano i comunicati, pubblicati nel sottomenu "Attività" in questa sezione).


2008

Con Deliberazione n.03/08/CI, il neo eletto Consiglio Internazionale ha nominato Presidente Onorario della Commissione l’Avv. Antonio Spallino, Membro d’Onore del Panathlon International dal 2004 e già Presidente Internazionale (1988-1996).
Presidente della Commissione Scientifico-culturale è stato nominato l’Ing. Maurizio Monego, già 1° Vice Presidente internazionale nel mandato 2004-2008.





16/06/2012

 


 
Carta dei doveri del genitore nello Sport
 
 

View Panathlon stats
   
Indirizzo email:
Password:

Codice Fiscale: 80045290105 - Partita IVA: 02009860996
Disclaimer - Copyright Panathlon International 2013 - All Rights Reserved - Powered by SEF